Array
    (
        [0] => WP_Term Object
            (
                [term_id] => 179
                [name] => Biografie
                [slug] => biografie
                [term_group] => 0
                [term_taxonomy_id] => 58
                [taxonomy] => category
                [description] => 
                [parent] => 0
                [count] => 8
                [filter] => raw
                [cat_ID] => 179
                [category_count] => 8
                [category_description] => 
                [cat_name] => Biografie
                [category_nicename] => biografie
                [category_parent] => 0
            )
    
    )
    
    Array
    (
        [0] => WP_Term Object
            (
                [term_id] => 179
                [name] => Biografie
                [slug] => biografie
                [term_group] => 0
                [term_taxonomy_id] => 58
                [taxonomy] => category
                [description] => 
                [parent] => 0
                [count] => 8
                [filter] => raw
                [cat_ID] => 179
                [category_count] => 8
                [category_description] => 
                [cat_name] => Biografie
                [category_nicename] => biografie
                [category_parent] => 0
            )
    
    )
    
    Array
    (
        [0] => WP_Term Object
            (
                [term_id] => 219613
                [name] => Qui non c'è perché
                [slug] => qui-non-ce-perche
                [term_group] => 0
                [term_taxonomy_id] => 2
                [taxonomy] => category
                [description] => 
                [parent] => 0
                [count] => 28
                [filter] => raw
                [cat_ID] => 219613
                [category_count] => 28
                [category_description] => 
                [cat_name] => Qui non c'è perché
                [category_nicename] => qui-non-ce-perche
                [category_parent] => 0
            )
    
    )
    
    Array
    (
        [0] => WP_Term Object
            (
                [term_id] => 5398
                [name] => Il Progetto
                [slug] => testi
                [term_group] => 0
                [term_taxonomy_id] => 65
                [taxonomy] => category
                [description] => 
                [parent] => 219613
                [count] => 4
                [filter] => raw
                [cat_ID] => 5398
                [category_count] => 4
                [category_description] => 
                [cat_name] => Il Progetto
                [category_nicename] => testi
                [category_parent] => 219613
            )
    
    )
    
    Array
    (
        [0] => WP_Term Object
            (
                [term_id] => 5398
                [name] => Il Progetto
                [slug] => testi
                [term_group] => 0
                [term_taxonomy_id] => 65
                [taxonomy] => category
                [description] => 
                [parent] => 219613
                [count] => 4
                [filter] => raw
                [cat_ID] => 5398
                [category_count] => 4
                [category_description] => 
                [cat_name] => Il Progetto
                [category_nicename] => testi
                [category_parent] => 219613
            )
    
        [1] => WP_Term Object
            (
                [term_id] => 219613
                [name] => Qui non c'è perché
                [slug] => qui-non-ce-perche
                [term_group] => 0
                [term_taxonomy_id] => 2
                [taxonomy] => category
                [description] => 
                [parent] => 0
                [count] => 28
                [filter] => raw
                [cat_ID] => 219613
                [category_count] => 28
                [category_description] => 
                [cat_name] => Qui non c'è perché
                [category_nicename] => qui-non-ce-perche
                [category_parent] => 0
            )
    
    )
    
  • 24-03-2014

    Giorgio van Straten

    Giorgio van Straten (1955) is an Italian writer, editor and translator.

    From 1985 until 2002 he was chairman of the Orchestra Della Toscana. Following this he was director of the Maggio Musicale Fiorentino for three years and from 2005 to 2008 headed the Palazzo delle Esposizioni in Rome. On 18th February 2009 Giorgio van Straten was appointed a member of the board of directors of the Italian public broadcaster RAI.

    In 2000 he received the Ordine al merito della Repubblica Italiana and in the same year received four literary awards for his work Il mio nome a memori, translated into English as My Name, A Living Memory.

  • 24-03-2014

    Andrea Molino

    Andrea Molino (1964) became known as a composer for his amazing video and musical theatre work Those who speak in a faint voice, a project about the death penalty, and the multimedia musical-theatre productions Credo and Winners.

    In 1996 and 1997 he was musical director of the Pocket Opera Company in Nuremberg, and from 2000 to 2006 was artistic director of the music department of Fabrica. During the 2007-2008 season he was a guest artist at Le Fresnoy in Lille (France). In 2009 he was appointed artistic director of the World Venice Forum, where he was curator for the The Garden of Forking Paths festival and conducted his own multimedia concert Of Flowers and Flames, to commemorate the 25th anniversary of the disaster in Bhopal, India.

    His most recent project, Three Mile Island, about the nuclear accident in Pennsylvania in 1979, was created at the ZKM in Karlsruhe in March 2012. It was performed by the Neue Vocalsolisten Stuttgart and the Klangforum Wien. The project received the Music Theatre Now Award in 2013.

    Andrea Molino works internationally as a conductor. He has performed at the Sydney Opera House in Australia and the Sydney Festival, the Teatro La Fenice in Venice (also for the world premiere of Bruno Maderna’s Requiem), the Edinburgh International Festival, the Konzerthaus in Vienna, the Berliner Philharmonie, the Arts Center in Melbourne, the Queensland Music Festival, the Brisbane Festival and various other international opera houses and festivals.

  • 11-03-2014

    Qui non c'è limite

    wouter 19 9 13

    Giovedì 19 settembre 2013

    Nel giugno 2013 si sono svolte ad Anversa le audizioni per il progetto di teatro musicale multimediale – qui non c’è perché –. Aline, Annelinde e Sander sono stati selezionati da un gruppo di candidati, tutti giovani cantanti sotto i 30 anni, interessati all’improvvisazione e alla sperimentazione. Dal 18 al 21 settembre hanno partecipato ad un workshop con il compositore Andrea Molino, il regista Wouter Van Looy ed il cantante protagonista, David Moss, muovendo il primi passi nel processo creativo della produzione.

    Annelinde si è da poco diplomata in Teatro Musicale a Rotterdam (Codarts). Finiti i suoi studi, a giugno, ha risposto al bando di Music Theatre Transparant. Dopo avere conosciuto il lavoro di Transparant durante uno stage alla Veenfabriek – una compagnia di teatro musicale di Leida, partner di Transparant in Medea (2008) e Arthur (2014) – era emozionata di poter essere una dei tre giovani fortunati cantanti scelti per collaborare al progetto. Annelinde: “Mi sto proprio godendo questo progetto. Andrea e Wouter hanno un’idea molto chiara di ciò che vogliono, e noi cerchiamo di aiutarli a capire come ottenerlo”.

    Aline ha incontrato Wouter, il nostro regista, la prima volta a 10 anni, quando era in un coro fiammingo di bambini diretto da Iva Bittová. Lo definisce come uno dei momenti più importanti della sua vita. Gli incontri e le esperienze fatte hanno lasciato in lei un’impronta duratura. Dopo questo primo sguardo “dietro le quinte” di un lavoro di teatro musicale, ha fatto le audizioni per altre produzioni di Transparant (e per la compagnia Zonzo). La si può vedere in Arthur (2005) o Het meisje de jongen de rivier (La ragazza i giovani il fiume, 2006). Aline non ha una voce con impostazione classica. Dopo gli studi in Theatre Sciences all’Università di Anversa ha seguito un corso di vocalità di 4 mesi in Danimarca. Per questo progetto, dice, non è essenziale avere una preparazione in uno stile preciso o un curriculum specifico. E’ tutto basato sulla sperimentazione vocale: “qui è importante dimenticare la nostra formazione, che sia nell’opera o nel jazz, Andrea vuole allontanarci da determinati stili, cerca di non farci adagiare su ciò che già conosciamo, ciò che ci è familiare. Deve esserci un conflitto. Qui non c’è limite.”

    Dopo i suoi studi nei Conservatori di Gent, Anversa e Berlino, Sander è attivo come vocalista jazz, con esperienze in produzioni di teatro musicale (ad esempio KVS). Conosce Muziektheater Transparant dalle sue frequenti collaborazioni con il compositore Jan Van Outryve. Van Outryve ha lavorato a stretto contatto con Transparant per anni, come liutista e compositore. Questa è però la sua prima volta in un contesto di teatro sperimentale. Sander: “Lo trovo interessante, ed è una sfida. Stiamo cercando di creare insieme un linguaggio comune. E’ un processo in cui impariamo a comprenderci gli uni gli altri.”

    Pubblicato da Muziektheater Transparant

    in Workshop -there is no why here- @deSingel 18 > 21 SEPT 2013

     

  • 24-12-2013

    Il progetto

    Bandiera EN

     English version

     

    – Qui non c’è perchè – è un progetto del compositore italiano Andrea Molino, con la direzione di Wouter van Looy.

    La differenza tra ‘bene’ e ‘male’ non è chiara solo  ai leader religiosi. Anche George Bush era convinto che la sua guerra al terrorismo sia stata ‘una guerra del bene contro il male’.  Se scaviamo più a fondo, però, sembra impossibile definire le due categorie in maniera oggettiva ed universalmente accettata. Secondo Hannah Arend, Qui non c’è perchè delinea ‘il problema fondamentale della natura e della funzione del giudizio umano’,  che implica il problema della responsabilità. Questa performance non pretende di presentare una soluzione chiara o semplici istruzioni. Piuttosto si tratta di una raccolta di diversi contributi, a volte contraddittori. Le immagini registrate dalle telecamere sul palco o da webcam esterne sono un contrappunto organico. I musicisti realizzano il video – che è parte della musica – come se fosse uno strumento.

     


    The project

    -there is no why here- is a project by Italian composer Andrea Molino, direction by Wouter van Looy.

    The difference between ‘good’ and ‘evil’ is not only clear to religious leaders. Even George Bush was convinced that his war on terror was ‘a war of good against evil’.  If we dig deeper, however, it seems impossible to define either category in an objective and generally accepted way. Following up on Hannah Arend, There is no why here outlines ‘the fundamental problem of the nature and function of the human judgment,’ which implies the problem of responsibility. This performance does not pretend to present a clear solution or even straightforward statements. Rather, it is a collection of different, sometimes contradicting contributions. Images recorded by cameras on stage or by external webcams are an organic counterpoint. The musicians play the video – which is part of the music – as if it were an instrument.

luglio: 2020
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Logo coproduttori

© RAI 2013 - tutti i diritti riservati. P.Iva 06382641006 Engineered by RaiNet