• Fotogallery, Qui non c'è perché

    Day 2 – rehearsal ‘- there is no why here -‘

    Bandiera IT

     Italian version

     

    A. Afternoon

    Repetitions start again with an enthusiastic  “Let’s start with the solo’s” from Andrea. Aline, Sander and Annelinde start with practising the three solo’s for the last scene of the piece. The search is twofold: on the one hand they are looking for the right sounds to the music, while at the same time they are experimenting with how to combine these sounds with suitable dramatic movements. After each one’s solo the fragment ends with repeating the three solo’s all together at once.

    Andrea wants to start each solo with a longer note, in this way they ‘ll have something in common. And also when the solo’s come together in the end, they ‘ ll interconnect again. The three vocalists are having a lot of fun, but at the same time these vocal improvisations are hard work: attention to the fast rhythm of the music and the exact measurements are required. Aline laughs: “this is not the regular use of the voice, it needs some hydration once in a while”. After a few attempts and on Andrea’s incitement “Let’s ride”, all pieces suddenly fall into place.They close the rehearsal of this scene with a very satisfied Andrea Molino. Musically and structurally the three vocalists are very good attuned to each other and to the componist’s musical score.

    After a well-deserved break, Andrea wants to work with Aline and Annelinde on the fine-tuning of the beginning of another scene. On his announcement “Now we ‘ll work on exact measures”, Annelinde eagerly responds: “Let’s talk some score language!”. In order to express the highly, emotional content of the scene, Aline has to search for specific glottis sounds as a prologue to the text. Andrea closes the rehearsal saying: ‘It’s beautiful, it’s very fragile, I love it!”.

    B. Evening

    Andrea’s promise that the evening rehearsal would be even more funny, proves immediately to be true. With the extras present, the rehearsal space gets quickly filled with energetic noises and vibes. Wouter has decided he wants to rehearse ‘the ball scene’. This scene starts with a ball arriving from behind the the projection screen – on which among others images of the Palestinian-Israeli wall will be projected – and evolves in a ball game with the whole group. The objective is to contradict the harsh reasons why these walls were built by making them funny and ridiculous.

    Wouter starts with ‘warning’ everybody for this ‘dangerous object’ – the ball – with a big smile. Apparently this scene has caused some little accidents before, preferably ‘not to be repeated’. Luckily there ‘s already a gifted basketball player among the extras. The whole group experiments with different possibilities and ball games, for example playing with different  handicaps or in slow motion, with Annelinde in the role of a very bossy but funny referee. A bit exhausted, but also energised the group can finish this rehearsal with some beautiful, interesting possibilities to work further on.


    Giorno 2 – prove di ‘- qui non c’è perché -‘

    A. pomeriggio

    Le prove cominciano con un entusiasta “Cominciamo con i soli” da parte di Andrea. Aline, Sander e Annelinde cominciano lavorando sui tre soli per l’ultima scena.  La ricerca si muove su due dimensioni: da un lato i cantanti cercano i suoni giusti per la musica, e allo stesso tempo sperimentano come combinare questi suoni con dei movimenti scenici appropriati. Dopo ciascun solo i tre si uniscono e ripetono le proprie parti insieme.

    Andrea vuole cominciare ciascun solo con una nota lunga, in modo che abbiano un elemento comune e che possano integrarsi quando vengono ripetuni all’unisono. I tre vocalisti si appassionano al processo, che è anche molto impegnativo; è necessaria attenzione al rapido ritmo della musica e all’esattezza delle suddivisioni.  Aline ride: “Questo non è il normale uso della voce, c’è bisogno di un po’ di idratazione ogni tanto…”. Dopo un paio di tentativi e con l’incitamento di Andrea “Al lavoro!”, tutte le parti vanno al loro posto. Al termine della prova Andrea Molino è molto soddisfatto. Musicalmente e strutturalmente i tre vocalisti sono ben affiatati e in sintonia con la partitura del compositore.

    Dopo una meritata pausa, Andrea vuole lavorare con Aline e Annelinde sull’approfondimento dell’inizio di un’altra scena. Andrea annuncia “ora lavoriamo sulle battute”, Annelinde reagisce con interesse: “Stiamo sulla partitura!”. Per esprimere il contenuto altamente emotivo della scena, Aline deve sperimentare particolari suoni con la glottide, come prologo al testo. Andrea termina la prova dicendo: ‘È bellissimo, è molto fragile, mi piace”.

    B. Sera

    La promessa di Andrea che la prova sarebbe stata ancora più appassionante si rivela subito fondata. Con la presenza delle comparse lo spazio di prova si riempie rapidamente di suoni e di situazioni piene di energia. Wouter ha deciso che vuole provare la scena della palla. Questa sezione comincia con una palla che rimbalza sul palco provenendo dal retro della superficie video, sulla quale tra l’altro vengono proiettate immagini del muro Israelo-Palestinese, ed evolve in un gioco da parte dell’intero gruppo. L’obiettivo è di contraddire le dure motivazioni per le quali questi muri vengono costruiti rendendoli giocosi e ridicoli.

    Wouter comincia con un largo sorriso ‘avvisando’ tutti dei pericoli di questo ‘pericoloso oggetto’. La scena ha causato piccoli incidenti in precedenza, che preferibilmente ‘non dovranno ripetersi’.  Per fortuna tra le comparse c’è un talentuoso giocatore di pallacanestro. Il gruppo sperimenta differenti possibilità di gioco con la palla, per esempio inserendo particolari regole o handicaps o in slow motion, con Annelinde nel ruolo di un arbitro molto autoritario ma divertente. Ormai quasi esausti ma anche pieni di motivazione i performers terminano la prova con alcune spettacolari e interessanti possibilità sulle quali lavorare nei prossimi giorni.

    1 commento

  • Scrivi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Nota: La moderazione dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
    *
    *

    Un commento

maggio: 2019
L M M G V S D
« Mar    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Logo coproduttori

© RAI 2013 - tutti i diritti riservati. P.Iva 06382641006 Engineered by RaiNet